Tartufo bianco di San Miniato

Il Tartufo Bianco delle Colline Samminiatesi è il il fungo sotterraneo più pregiato.

Il Tartufo Bianco delle Colline Samminiatesi, con la sua zona geografica di produzione che si estende verso la campagna pisana interna, è il  il fungo sotterraneo più pregiato raccolto a pochi centimetri di profondità in un numero limitato di aree predilette dalla natura per la particolare.

Di queste aree predilette del "tartufo bianco", San Miniato detiene più primati. Suo è il tartufo più grande mai rinvenuto, un profumatissimo tubero di 2.520 grammi che fu donato nel 1954, con grande risalto, al Presidente degli U.S.A. Eisenhauer. Ma suo è anche un primato di qualità, dovuto non solo alla fertilità dei boschi, ma anche all'accuratezza e al profondo rispetto per l'ambiente con cui avviene l'attività di raccolta.
Il valore del Tartufo Bianco di San Miniato sta nella sua rarità.

Da 42 anni si tiene a San Miniato nel mese di novembre la Mostra Mercato Nazionale del Tartufo Bianco di San Miniato che trasforma la città in un grande laboratorio del gusto a cielo aperto.

Nel cuore della terra tartufigena, in mezzo ai boschi e alla campagna, feste più intime e nascoste anticipano in ottobre l'offerta nei piccoli paesi delle più antiche dinastie di tartufai: la Festa di Corazzano, ai piedi della Pieve romanica di San Giovanni Battista, la Festa di Balconevisi, l'antico borgo della famiglia fiorentina degli Strozzi, dove ogni contrada partecipa a un Palio corso da paperi.

A marzo infie a Cigoli è possibile assaggiare il Tartufo Marzuolo.

Galleria foto

Prenota adesso il tuo soggiorno a Fucecchio sulle colline di Empoli.

A pochi chilometri da Lucca, Pisa, Firenze, Pistoia e Montecatini Terme.
Offerte speciali

Offerte speciali disponibili
Vedi le nostre offerte

TOP